In offerta!

Annuario della Nobiltà Italiana, 2007-2010 XXXI Edizione

 980,00  835,00

(Edizione Commemorativa per i 150 Anni dell’Unità)

guarda il video

https://youtu.be/RfIXSAVYAkE

30000 Stemmi e ritratti  e vedute di castelli e palazzi questa edizione costituisce il maggior repertorio genealogico dedicato alla nobiltà italiana mai pubblicato

Ultime Copie Disponibili l’Opera è possibile acquistarla a rate

Vol.4,for.21×29,pag.8400,ill.30.200,b/n.30.000,col.200,lin.Ita

rilegatura cartonato

con elegante cofanetto

Solo 1 pezzi disponibili

Descrizione

PIANO DELL’OPERA

Volume I

Contiene le famiglie già Sovrane negli Antichi Stati Italiani e la Real Casa d’Italia (parte I) e le schede delle famiglie nobili iscritte negli elenchi ufficiali del Regno d’Italia (parte II) dalla A alla G

2341 pagine

Volume II

Contiene le schede delle famiglie nobili iscritte negli elenchi ufficiali del Regno d’Italia (parte II), dalla H alla Z

2576 pagine

Volume III

     Il volume terzo si apre con la parte III dell’opera che contiene le schede delle famiglie nobili così suddivise:
1) titolati pontifici dopo il 1870
2) famiglie nobilitate dal Gran Maestro dello S.M.O.M. o accolte nel medesimo ordine cavalleresco
3) famiglie nobilitate da S.M. Umberto II Re d’Italia dopo il 1947 o che ottennero provvedimenti di riconoscimento        dal Corpo della Nobiltà Italiana
4) famiglie accolte in ordini cavallereschi con prove di nobiltà per la ricezione dopo la caduta del Regno d’Italia
La parte IV descrive le famiglie fregiate di nobiltà generosa non riconosciute dal Regno d’Italia e non comprese           nelle

1407 pagine

Volume IV

La parte V contiene le schede delle famiglie in antico possesso di stemma e con vita more nobilium.
Questa è l’edizione fondamentale di tutta la prima (1878-1905) e la seconda (2000-2010 anno di pubblicazione) serie dell’Annuario della Nobiltà Italiana

2076 pagine

Importante e Monumentale Opera sulle Famiglie Nobili Italiane di Base ai Successivi Annuari

Opera per Appasionati,per Nobili, e per aAntiquari quest’ultimi alla ricerca di stemmi presenti nelle loro raccolte di piatti in ceramica,mobili,dipinti,sculture etc..-

Quattro Grossi Volumi Rilegati in Tela Rossa con Fregi e Incisioni a Secco in Oro

L’Annuario della Nobiltà italiana è il più antico repertorio periodico genealogico, anagrafico ed araldico sulle famiglie nobili italiane, fiorenti ed estinte, e delle famiglie “notabili” italiane (casate storicamente in possesso di stemma e con vita more nobilium).

    Questa iniziativa ha attraversato tutta la storia dei repertori nobiliari e genealogici degli ultimi 140 anni.
    L’Annuario venne originariamente fondato da un esponente della famiglia nobile famiglia di Crollalanza: nel 1877 ad opera di Giovan Battista Crollalanza  (detto anche Giovanni Battista e Giambattista, Fermo, 19 maggio 1819 – Pisa, 8 marzo 1892) e la prima edizione si ebbe nel 1879 in Pisa.
    Lo resero immortale e lo collocano, ai primi posti, fra gli studiosi di araldica e genealogia a livello mondiale di tutti i tempi, le sue opere a stampa. Fra queste spicca, in special modo, proprio il periodico Annuario della nobiltà Italiana da lui creato nel 1878 e il Dizionario storico-blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane, in tre volumi, dato alle stampe nel 1886.
    La veste tipografica dell’Annuario si ispirò a quella delle edizioni ottocentesche dell’Almanacco di Gotha.
    Dal secondo matrimonio di G.B. di Crollalanza con Teresa Zoli di Forlì nacque, nel 1855, a Fermo, Goffredo, che succedette al padre nella direzione delle riviste.
    Goffredo di Crollalanza, conosciuto anche come Goffredo Crollalanza, (Fermo, 19 febbraio 1855 – Bari, 17 gennaio 1905), fu anch’egli un celebre genealogista, giornalista e araldista. Fu segretario dell’Accademia italiana d’araldica, dopo aver vissuto diversi anni in Francia come giornalista e romanziere. Dopo la sua morte nel 1905, la direzione dell’Annuario della nobiltà Italiana venne assunta dal fratellastro Aldo di Crollalanza.

    Aldo firmò l’edizione del periodico fino al 1905, anno dopo il quale non venne più pubblicato terminando così la prima serie dell’opera.

     Nel 1998 venne fondata la nuova serie dell’Annuario, con la pubblicazione della XXVIII edizione, in due volumi, sotto la direzione di Andrea Borella, per i tipi della casa editrice SAGI: il primo numero apparve nel 2000

    Fondato nel 1878 a Pisa, per iniziativa del nobile commendatore Giovanni Battista di Crollalanza, definito il “principe dei genealogisti italiani”, pubblica ed aggiorna gratuitamente periodicamente i dati anagrafici, ed araldici, delle Famiglie facenti parte dell’antica aristocrazia italiana e dei loro discendenti non richiedendo contributi economici né la sottoscrizione di copie essendo la sua missione prettamente scientifica e storica.

Nel 1998 venne fondata la seconda serie dell’Annuario della Nobiltà Italiana mentre nell’anno 2000 è stata pubblicata la XXVIII edizione del periodico.

Questa pubblicazione è indipendente e non è affiliata ad alcuna associazione od organizzazione proprio per garantirne l’indipendenza, l’imparzialità e l’obiettività.

la storia dell’anuario della nobiltà italiana dalla fondazione ad oggi

  clicca qui —-> https://drive.google.com/file/d/1u1kpvpySx6G3LGXZyjhRqKUDmLT3Usz5/view

Informazioni aggiuntive

Peso 24.00 kg
Editore

ANNUARIO DELLA NOBILTA' ITALIANA

Anno

2006

Autore

Andrea Borella

Spedizione/Shiping

spedizione immediata

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Annuario della Nobiltà Italiana, 2007-2010 XXXI Edizione”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *