La Scultura Monumentale in Puglia nell’Ottocento e nel Novecento

 40,00  34,00

Vol.1,for.24×30,pag.224,ill.187,b/n.117,col.70,lin.Ita

rilegatura in brossura

Solo 1 pezzi disponibili

Descrizione

Il volume, che rappresenta un’assoluta novità nell’ambito delle ricerche storico-artistiche della nostra Regione, è composto da una serie di saggi dedicati ad alcuni temi centrali della scultura monumentale in Puglia a partire dall’ultimo Ottocento fino a tutto il secolo ventesimo.

Prevalgono gli studi sulla statuaria funeraria, esemplificata dai cimiteri di Bari, Foggia e Alberobello, e sul monumento pubblico, che nel primo dopoguerra trova la sua massima espressione nel monumento ai Caduti, voluto da ogni città, piccola e grande, e più volte legato a un artista di prestigio nazionale.

Un capitolo riguarda i monumenti commemorativi dei musicisti pugliesi, che riservano non poche sorprese per la loro peculiarità e qualità; lo stesso dicasi dei monumenti contemporanei, che potrebbero sembrare un’autentica sfida alla tesi dell’avversione e inadeguatezza della nostra epoca ad erigere monumenti commemorativi.

Il saggio finale è riservato alle fontane, che in gran parte sono da mettere in relazione con la costruzione dell’Acquedotto Pugliese. Queste fontane, piccole o monumentali, possono essere interpretate come simbolo della vittoria sulla sete secolare della Puglia.

Informazioni aggiuntive

Editore

ADDA

Anno

2008

Autore

Christine Farese Sperken

Ordine/Order

spedizione immediata

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “La Scultura Monumentale in Puglia nell’Ottocento e nel Novecento”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *