Pale d’Altare nell’Alta Alvernia (Francia) XVII-XIX Secolo

 98,00  85,00

Vol.1,for.26×33,pag.356,ill.267,b/n.157,col.110,lin.Fra

rilegatura cartonato

Disponibile su ordinazione

Descrizione

Con la Controriforma, la Chiesa decise di popolare gli edifici con un’intera iconografia barocca. Gli artigiani e gli artisti locali saranno in grado di assimilare i modelli osservati fino a Versailles e di abbinarli secondo la loro provincia. “… Portato dalle mie funzioni archivistiche a passare attraverso il dipartimento del Cantal per ispezionare gli archivi comunali, ho colto l’occasione per visitare le chiese che, a quel tempo, erano ancora aperte fuori dagli uffici e ho ricevuto lo shock che può produrre su qualsiasi profano la presenza, in remote parrocchie di montagna, di monumentali opere in legno intagliato e dipinto erette dietro le tavole dell’altare, come appariva, ad esempio, tra le più belle di Bredon, Apchon o Cézens, luccicante d’oro e popolato da un intero mondo esuberante e colorato.Ortodossia cattolica in relazione alla Riforma Papa Paolo III convocò il concilio nel 1545 a Trento, dove i Padri si incontrarono, con numerose interruzioni, fino al 1563. In particolare specificarono la posizione della Chiesa di Roma su punti controversi come la giustificazione per fede e opere, il valore della Tradizione e della Bibbia, la presenza reale nell’Eucaristia, il purgatorio, le preghiere rivolte ai santi, le immagini, la liturgia, tutte le domande che riguardano direttamente il nostro argomento . Il Concilio ha anche proclamato il suo desiderio “di sforzarsi di ripristinare la disciplina ecclesiastica che era completamente rovinata e di correggere la condotta depravata del clero”, che da solo era responsabile di spiegare i santi testi al popolo cristiano. Ha previsto a tal fine la creazione di seminari e pubblicato nel 1566 “Il catechismo del Concilio di Trento” al fine di istruire “coloro ai quali è affidata la cura delle anime a cui sono assolutamente obbligati dal loro ministero a insegnare a fedeli e proporzionati alla loro portata ”. Questo catechismo, ripetuto più volte, è servito da base per tutti i catechismi diocesani dell’Antico Regime e persino per i catechismi successivi. Inoltre, i Padri hanno autenticato la Vulgata, la traduzione della Bibbia attribuita a San Girolamo, un’edizione finale della quale è stata pubblicata nel 1592. Dopo il 1563, professori, predicatori e confessori hanno iniziato a diffondere la dottrina del Consiglio, ma questo non è stato è che nel 1615 i suoi canoni, che affermavano il primato di Roma e l’universalità cattolica, furono accettati dal re di Francia che li considerava contrari ai principi della chiesa gallicana. I gesuiti, tuttavia, che crearono scuole popolari ovunque, avevano già diffuso, nella seconda metà del XVI secolo, lo spirito della Controriforma che avrebbe trionfato nel XVII secolo.

Informazioni aggiuntive

Peso 2.5 kg
Editore

EDITIONS CREERS

Anno

2016

Autore

Léonce Bouyssou

Spedizione/Shiping

in 15 Giorni/Days

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Pale d’Altare nell’Alta Alvernia (Francia) XVII-XIX Secolo”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *