Argenti Sabaudi del XVIII Secolo

 50,00  45,00

Vol.1,for.21×28,pag.258,col.506,lin.Ita

rilegatura rigida

Disponibile

Descrizione

Il volume, promosso dal Centro Studi della Fondazione Accorsi-Ometto, centro di eccellenza nelle ricerche sulle arti decorative piemontesi del XVII-XVIII secolo, è dedicato all’argenteria sabauda del XVIII secolo, e rappresenta un importante tassello negli studi di storia dell’arte decorativa piemontese. Il catalogo infatti presenta oltre trecento pezzi che esemplificano la vasta produzione di argenterie commissionate dalla corte sabauda nel Settecento: l’accurato studio dei marchi ha permesso di individuare i maestri argentieri autori di questi capolavori, e di identificare, accanto ai più noti Boucheron, Paroletto e Gerard, i nomi di altri argentieri in grado di eseguire opere di assoluta perfezione, sia tecnica che artistica, come Giovan Battista Novalese, Gabriel Marcello Giuliano o Giovanni Fino. Il catalogo, che si distingue per il rigore scientifico con cui è stato redatto, accoglie i testi di Gianfranco Fina e Luca Mana, le schede dei manufatti, le biografie dgli argentieri e una bibliografia, configurandosi come un valido strumento di consultazione e confronto per collezionisti e studiosi. Il volume inaugura inoltre una collana dedicata alle arti decorative franco-piemontesi, che proseguirà con un secondo studio dedicato alle reali maioliche di Torino, dal XVI al XVIII secolo.

Informazioni aggiuntive

Peso 2.5 kg
Editore

SILVANA

Anno

2012

Autore

Gianfranco Fina

Catalogo d'Esposizione

Italia:Torino Museo Accorsi-Ometto, 9 febbraio – 1 luglio 2012

Spedizione/Shipping

spedizione immediata

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Argenti Sabaudi del XVIII Secolo”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *