Cavaglieri Mario 1887-1969

Vol.2,for.25×35,pag.608,ill.625,b/n.500,col.125,lin.Ita

rilegatura rigida

con elegante cofanetto

Descrizione

Protagonista della Secessione di Ca’ Pesaro (1909-1913) e di quella romana (1918), Cavaglieri espone alla Biennale di Venezia nel 1912, nel 1924 e nel 1938. Emigrato nel 1925 in Francia dove acquista stima e fama compra il Domaine de Peyloubère, che conserva tuttora la sua collezione privata e i dipinti di arredo della casa. Nel 1953 la Galleria Strozzina di Firenze gli aveva dedicato una grande personale, curata da Ragghianti, e la Quadriennale di Roma un’ampia retrospettiva nel 1972. Sono 1.170 le opere schedate di questo pittore solitario, raffinato e colto, amico di Felice Casorati, lontano tanto dalle accademie quanto dalle avanguardie, che abbandona la pennellata larga e tortuosa per spremere i tubetti di colore direttamente sulla tela in strati densi e grassi: ritratti, modelle, interni riccamente decorati con stoffe e damaschi, arredi cromatici e fastosi, vasi e paraventi di gusto orientale, oggetti da collezione, nature morte, paesaggi. Nel 2007 ricorrono i centoventi anni della nascita dell’artista, che Rovigo (città dove Cavaglieri nacque) ricorderà con una grande mostra antologica curata da Vittorio Sgarbi.

Informazioni aggiuntive

Peso 6.0 kg
Editore

ALLEMANDI

Anno

2007

Autore

Viviane Vareilles

Biografia dell'Artista

Pittore Italiano

Nato/Born:Italia Rovigo 1887

Morto/Dead:Francia Pavie (Gers) 1969

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Cavaglieri Mario 1887-1969”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *