Charlotte Perridian L’opera Completa

 798,00  698,00

Vol.4,for.23×30,pag.2096,ill.3870,b/n.970,col.2900,lin.Fra

rilegatura rigida

Disponibile su ordinazione

Descrizione

VOLUME N 1   1903-1940

Per sette decenni, Charlotte Perriand (1903-1999) ha contribuito a plasmare il mondo delle sue invenzioni, lasciando dietro di sé una scia di immagini, oggetti, luoghi ed edifici, come molti dischi di un’opera che appare ora in tutta la sua grandezza Questo primo volume del lavoro completo offre un’analisi dettagliata dei suoi primi anni di creazione, molto fertile, sia nel campo del design che in quello dell’architettura o della fotografia. Basato in gran parte sugli archivi custoditi dalla famiglia dell’artista nel suo studio parigino, mette in luce le sue fonti, il suo ambiente, i suoi anni di apprendistato presso la Central Union School. arti decorative, così come il suo incontro e la sua associazione con Pierre Jeanneret e Le Corbusier, nel 1928,Rocking lounge chair (1928), e le sue prime evoluzioni (Villa Savoye, Villa Church, Villa Martínez). Ci mostra anche il suo impegno militante, che lo porta a viaggiare a Mosca, poi a pensare a un’architettura vernacolare al servizio della gente, che culminerà negli anni ’30, la Casa ai margini dell’acqua (1934 ), un centro vacanze (1935), o anche la sua prima architettura di montagna. Gli anni ’30 sono anche quelli della creazione dell’UAM, di cui è uno dei membri fondatori accanto a Robert Mallet-Stevens, ma anche della sua rottura ideologica con Le Corbusier, che lo porterà, al Seconda guerra mondiale, per fare da solo.

VOLUME 2   1940-1955

Questo secondo volume ripercorre periodi particolarmente importanti del suo lavoro: le sue due visite in Giappone nel 1940-1941 e 1953-1955, durante le quali è consulente per la produzione di arte industriale al governo, e le sue conquiste per la ricostruzione, segnato dalla sua collaborazione con Jean Prouvé Workshops e grandi architetti del tempo, Le Corbusier, Pierre Jeanneret, Paul Nelson, Jean de Mailly, Kenzo Tange, ecc.

Questo libro mette in luce la sua collaborazione, capitale del suo lavoro, con Jean Prouvé Workshops, dal 1952 al 1955. Questa collaborazione è contrassegnata da una serie di traguardi emblematici e capolavori del design, come le biblioteche Messico e Tunisia . Il libro descrive anche l’associazione di Charlotte Perriand e Pierre Jeanneret dopo la guerra, incluso l’editore americano Knoll. Rivela tutti i suoi progetti per l’Africa, le città universitarie (Antony, case del Messico e della Tunisia, casa dello studente di medicina), l’unità abitativa di Marsiglia di Le Corbusier, così come lo sviluppo molti appartamenti. La ricostruzione è anche il periodo della nascita del movimento Utili forme nel 1949, di cui Charlotte Perriand è co-fondatrice.

VOLUME 3   1955-1968

Questo terzo volume dell’opera completa (1956-1968) presenta il lavoro di Charlotte Perriand nel cuore degli anni Trenta Gloriosi, periodo durante il quale verrà confermato il suo status di designer internazionale.
Già nel 1956, Charlotte Perriand sviluppò una collaborazione prolungata con la Galerie Steph Simon, editrice delle sue librerie Nuage. Rafforza i legami con Air France, sviluppa agenzie in Europa, Giappone e Brasile e progetta i primi spazi di lavoro nello spazio aperto.

A Ginevra, trascorre più di dieci anni a rinnovare l’enorme Palais des Nations, il quartier generale delle Nazioni Unite in Europa, per renderlo uno strumento moderno per migliaia di diplomatici e ONG.

Il libro illustra anche l ‘ “arte di vivere” attraverso tali successi come la residenza dell’ambasciatore giapponese a Parigi, la casa del Sahara, il suo chalet a Meribel, suo appartamento a Rio de Janeiro, o l’apparecchiatura interno del Padiglione del Brasile nel campus universitario, a Parigi, con Le Corbusier.

Un altro paese preferito di Charlotte Perriand dopo il Giappone, in Brasile, dove va regolarmente dal 1959 al 1970, occupa un posto importante nel suo universo. Ha sviluppato un’amicizia con Lúcio Costa, Oscar Niemeyer e le grandi figure del progressivo ambiente culturale. Nel 1963, iniziò una missione sullo sviluppo dell’artigianato nel Nordeste, interrotta dal colpo di stato militare. Quasi 800 i documenti, per lo più inediti, tracce di una dozzina di anni di creazione nelle aree di mobili, il layout e l’architettura di questo progetto pionieristico, e prefigurano il suo lavoro per la stazione di Les Arcs Savoia negli anni ’70 e 80.

VOLUME N 4   1968-1999

L’ultima parte del lavoro completo, Volume 4 è in gran parte dedicata a Les Arcs, un resort savoiardo per attività ricreative invernali ed estive. Da oltre vent’anni Charlotte Perriand, pioniera dell’architettura bioclimatica, ha diretto la progettazione urbana e architettonica di Arc 1600 e Arc 1800, in collaborazione con un team di architetti. Progetta anche l’architettura interna di oltre 4.500 case, intervenendo fino alla scelta del cucchiaio.

Questo eccezionale lavoro è il culmine della ricerca di Charlotte Perriand sull’edilizia abitativa per quante più persone possibile. Les Arcs, come le sue attività didattiche all’École des Beaux-Arts di Besançon, illustrano i suoi ultimi sviluppi a Tokyo e Parigi, il progetto di un centro culturale per le donne o la casa da tè, il suo genio di respingere muri per inventare un nuovo modo di vivere.

Gli omaggi e le retrospettive che incoronano questi settant’anni di creazioni sottolineano la sua capacità perpetua di rinnovare se stessa e il suo status di donna visionaria che ha attraversato il secolo.

Informazioni aggiuntive

Peso 9.0 kg
Editore

NORMA

Anno

2015 volume n 1
2016 volume n 2
2017 volume n 3
2019 volune n 4

Autore

Barsac Jacques

Biografia dell'Artista

Designer Francese

Nata/Born:Francia Parigi 1903

Morta/Dead:Francia Parigi 1999

Ordine/Order

in 15 Giorni/Days

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Charlotte Perridian L’opera Completa”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *