iL Segno della Scapigliatura

Rinnovamento tra il Canton Ticino e la Lombardia nel Secondo Ottocento

Vol.1,for.24×28,pag.312,col.200,lin.Ita

rilegatura rigida

Descrizione

Attraverso l’indagine e lo studio del fenomeno della Scapigliatura, movimento di  contestazione nato a Milano tra il 1860 e il 1880, l’esposizione intende illustrare le profonde e articolate convergenze culturali che hanno animato il Canton Ticino e la Lombardia nella seconda metà del XIX secolo. La rassegna, documentata in questo catalogo, rievoca il clima storico e culturale dell’epoca e testimonia la significativa esperienza che ha accomunato una generazione di artisti innovatori e anticonformisti, che hanno sviluppato il loro percorso artistico all’insegna del rifiuto delle regole e delle convenzioni borghesi. Fra le opere in catalogo spiccano i dipinti di Tranquillo Cremona, Daniele Ranzoni, Luigi Conconi, Mosè Bianchi, Eugenio Gignous, Federico Faruffini, Giovanni Segantini e le sculture di Giuseppe Grandi, Paul Troubetzkoy e Medardo Rosso.
Il volume accoglie i saggi di Sergio Rebora e Giorgio Zanchetti, che analizzano il fenomeno della Scapigliatura nelle sue diverse sfaccettature. Un capitolo specifico, di Mariangela Agliati Ruggia, è invece dedicato alle figure di Ferdinando e Francesco Fontana, attivi esponenti della scapigliatura milanese, oggi pressoché dimenticati.

Informazioni aggiuntive

Peso 2.0 kg
Editore

SILVANA EDITORIALE

Anno

2006

Autore

Sergio Rebora

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “iL Segno della Scapigliatura”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *