Sculture Romane del Settecento

 180,00  165,00

La Professione dello Scultore

Vol.3,for.17×24,pag.1140,ill.450,b/n.300,col.150,lin.Ita

rilegatura in brossura

 

 

Disponibile su ordinazione

Descrizione

TOMO 1

Sommario: E. Debenedetti, Una ricerca fedele a se stessa. J. Montagu, I monumenti papali nei refettori della Ss. Trinità de’ Pellegrini. F. Petrucci, Contributi su Carlo Marchionni Scultore. S. Perissinotti Rossi, Opere inedite, nuovi documenti e notizie su Giovanni Battista Maini. R. Carloni, Una società tra scultori romani del Settecento. Gessi, bozzetti, frammenti di Innocenzo Spinazzi nella bottega in comune con Gioacchino Falcioni. A. Gonzalez Palacios, Un orologio per i Rezzonico: Piranesi e Valadier. M.E. Guerrieri Borsoi, Tra invenzione e restauro: Agostino Penna. P. Apreda, Agostino Penna: note biografiche e l’intervento in S. Maria dell’Anima. R. De Mambro Santos, Marmi quotidiani. Vicende biografiche e trascorsi stilistici nel Giornale di Vincenzo Pacetti. T. SAcchi Lodispoto, Vincenzo Pacetti a Villa Borghese. F. Maria D’Agnelli, I Laboureur scultori romani tra Settecento e Ottocento. D. Bernini, Canova a Palazzo Venezia. M. R. Sforza, Antonio d’Este a Roma, 1755-1803: il completamento della sua formazione tra compravendite, copie, restauri e collezioni di antichità.

TOMO 2

Sommario: Nota. Martin Olin, La scultura romana del Settecento nei disegni del Museo Nazionale di Stoccolma. Stefanie Walker, Livio Odescalchi, Pietro Stefano Monnot e Carlo Maratta: una rivalutazione alla luce di nuovi documenti. Marina Carta, La statua della Carità di Giuseppe Mazzuoli per la Cappella del Monte di Pietà di Roma: alcune precisazioni sulla progettazione e
realizzazione. Elisa Debenedetti, Lambert Sigisbert Adam e Pietro Pacilli; due protagonisti
della distensione del Barocco. Angela Negro, Per Tommaso Righi. Maria Barbara Guerrieri Borsoi, Gaspare Sibilla “Scultore Pontificio”. Rosella Carloni, Scultori e finanzieri in «società» nella Roma di fine Settecento: gli esempi di Gioacchino Falcioni e Ferdinando Lisandroni, di Giovanni Berté e Gaspare Santini. Alberta Campitelli, Vincenzo Pacetti e la Committenza Borghese. Maria Giulia Barberini, Prudenza Capizucchi e un ritratto di Domenico Cardelli Scultore romano. Kristina Herrmann Fiore, Sulle virtù dinamiche di statue e colossi del Canova. Rita Randolfi, L’inventario dei beni di Raimondo Trentanove e altri documenti inediti concernenti l’ultimo periodo della sua vita. Indice dei nomi.

TOMO 3

Sommario: E. Debenedetti, Premessa. A. Pampalone, Lorenzo Ottoni scultore e restauratore clementino (1700-1721): l’origine del Museo dei Modelli di Scultura. C. Giometti, Il modello del Battesimo di Domenico Guidi e proposte per una committenza Albani a Guidi e Ottoni. A. Marchionne Gunter, L’attività di due scultori nella Roma degli Albani: gli inventari di Pietro Papaleo e Francesco Moratti . L. Arcuri, Giuseppe Rusconi: un contributo allo studio di uno scultore poco noto attivo nella bottega di Camillo Rusconi. A. Pampalone, Nota su Pietro Bracci intagliatore di carrozze. R. Carloni, Pietro Bracci, Francesco Antonio Franzonz: Vincenzo Pacetti: questioni di committenza e di attribuzioni. A. Antonori, Francesco e Bartolomeo Pincellotti; una ricostruzione del catalogo
con nuove attribuzioni nel contesto di imprese architettoniche per Camillo Cybo (la villa di Castel Gandolfo e lo scomparso oratorio dei Santi Angeli Custodi). O. Minervino, Nuovi contributi su Bernardino Ludovisi scultore romano. C. De Angelis, Note sul percorso stilistico e iconografico dell’opera di Giuseppe Lironi. E. Debenedetti, Giambattista Grossi scultore di Casa Colonna. M. B. Guerrieri Borsoi, Giovanni Battista Monti: uno scultore sfortunato o un «birbante»? G. Bongiovanni, L’ultima opera di Gaetano Pennino. R. Randolfi, Albacini, Cades, Ceccarini, D’este, Landi e Pacetti: e la collezione di sculture dei Lante Vaini della Rovere nel palazzo di piazza dei Caprettari. L. Pirzio Biroli Stefanelli, Incisori in pietre dure e commercio di cammei e
intagli nel «Giornale di Vincenzo Pacetti». I Marotti Campi, Omaggio a Dusquenoy nella scultura del Settecento. G. Silvan, Una nota in più per il «Campanone» di San Pietro. Indice dei Nomi.

Informazioni aggiuntive

Peso 6.0 kg
Editore

BONSIGNORI

Anno

2001/2003

Autore

Debenedetti E.

Ordine/Order

in 7 Giorni/in 7 Days

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Sculture Romane del Settecento”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *